“L’arte è un frammento di emozione. L’arte è un attimo di vita reso eterno. L’arte è la voce del cuore che si fa esperienza visibile. L’arte è una dedica. Ed è proprio con una dedica che comincia il nostro viaggio.”

 

Natale 1983. A Palma di Maiorca si spegne all’età di 90 anni il genio di Joan Mirò, lasciando un segno profondissimo nella sua epoca, un tratto inconfondibile che attraversa idealmente il mare e le terre emerse, per venire a farsi dedica a Teramo, dove un appassionato cultore dell'arte apre una galleria, che intitola, in segno di omaggio, proprio al grande artista appena scomparso. La "Galleria d’arte Mirò” nasce così, figlia della passione di Domenico Di Ottavio e della moglie Patrizia Marcozzi. L’inizio di un viaggio, straordinario ed unico, che ha visto i proprietari dedicarsi incessantemente ad un'accurata ricerca e alla selezione di opere di qualità da inserire nella propria collezione, allo scopo di soddisfare le esigenze di ogni appassionato d'arte.

Più di trent’anni in poche righe è impossibile raccontarli. Il ricordo vola e sfiora gli eventi organizzati come le personali dei grandi artisti del Novecento italiano che si sono susseguite nel corso degli anni. Nel 1994, viene inaugurata la nuova ed attuale sede in Viale Francesco Crucioli, con una grande mostra collettiva di opere di artisti come Guttuso, Carrà, Cassinari, Gentilini, De Chirico, Rosai, Corpora, Vedova, Dorazio, Ligabue.

“Desideravamo da tempo uno spazio un po' esclusivo dove ospitare una vera galleria d’arte, avevamo l’esigenza di esporre il sempre crescente numero di opere della nostra collezione”.

Lasciandosi guidare dall’amore per il bello, i coniugi Di Ottavio decidono di dedicarsi anche all’antiquariato e ai tappeti persiani di grande pregio e bellezza. Dal 2007 anche Loris Di Ottavio, secondo figlio di Domenico e Patrizia, si inserisce all’interno della Galleria seguendo la vocazione familiare.

“La sua presenza nel nostro mondo artistico ci dà forza e linfa vitale per proseguire questo percorso e realizza il desiderio di vedere la nostra storia di galleristi continuare con soddisfazione, e poi grazie alla sua conoscenza di internet e dei nuovi mezzi di comunicazione, verso i quali tutto il mercato si è spostato, ha subito dato un importante contributo ad ampliare i contatti nazionali e internazionali della Galleria”.

La Galleria d’arte Mirò opera nel mercato, oltre che con le due sedi di Teramo ed Alba Adriatica, partecipando attivamente a Fiere e Mostre d’arte Nazionali: occasioni importanti per aprire nuovi rapporti, di aggiornamento del mercato stesso, confronto e scambio di idee con altri colleghi galleristi e privati appassionati che visitano le manifestazioni.

Sede di Teramo

Sede di Alba Adriatica