Festa Tano

Festa Tano

Tano (Gaetano) Festa è nato a Roma nel 1938. Esponente della rilettura italiana del fenomeno pop, Tano Festa è stato un artista di grande livello che si espresso con la stessa efficacia soprattutto nell’ambito della pittura e della fotografia.  Ha frequentato l’Istituto d’arte di Roma e si è diplomato in fotografia nel 1957, compiendo un percorso efficace nel confronto con di Cy Twombly e con la pittura gestuale e informale. Nel 1959, con Angeli e Uncini, partecipò a  una collettiva alla galleria La Salita di Roma, dove poi nel 1961 si terrà la sua prima esposizione personale. Protagonista della scuola pop romana, accolse con rigore formale le soluzioni new dada, proponendo isolati oggetti monocromi di uso quotidiano. Famose sono le persiane, gli specchi e le finestre, che diventano supporto della sua attività da pittore.

Dal 1963 il colloquio della modernità con il passato diventa centrale nella ricerca pittorica di Tano Festa, che  si sofferma anche sui maestri della tradizione italiana e del Rinascimento, in particolare il Michelangelo della Cappella Sistina e delle Cappelle medicee, interpretati come immagini pubblicitarie. Nel 1965 viene invitato alla Quadriennale di Roma e, dopo un periodo di difficoltà personali che contrassegnano gli anni ‘70, riemerge con la partecipazione alla Biennale del 1980. Durante gli ultimi anni cerca una luce superiore, una rivelazione  nei luoghi della periferia romana, nelle baracche e nelle osterie concepisce e la trova ne “La luce d’Egitto”, opere geometriche-concettuali. Muore a Roma nel 1988 dopo una lunga malattia.

Festa Tano

Dimensione: 100x60

Tecnica: acrilico su tela

Titolo: Michelangelo

Anno: 1978

Festa Tano

Dimensione: 100x80

Tecnica: smalto e acrilico su legno

Titolo: Persiana

Anno: 1986